E’ con piacere che vi segnaliamo che Il 23 e il 24 marzo 2018, la città di Novi Ligure ospiterà la prima edizione del Festival della Luce “Novi Light Sensation” in collaborazione con Estremidiluce.

L’iniziativa , a cui APIL ha dato patrocinio, è nata con lo scopo di far conoscere il Castello, le mura storiche, le piazze, gli scorci, i vicoli e i cortili caratteristici della città, attraverso spettacoli e altre espressioni artistiche che hanno come protagonista la luce.

Programma del Festival

Il programma prevede la partecipazione di artisti, installazioni, musiche, video proiezioni ma anche conferenze, dibattiti e workshop a cielo aperto.

Una Fiera/Spettacolo all’interno della città che coinvolgerà tutti a 360°. Un’area centrale della città sarà dedicata a stand del settore che esporranno servizi e prodotti collegati alla tema della luce.

Il Festival sarà caratterizzato da un vero e proprio percorso luminoso. Il pubblico, orientandosi attraverso una mappa, potrà viaggiare immerso tra molte situazioni sparse nel centro storico della città, come:

– animazioni in VideoMapping  in 3 diverse location;

– installazioni luminose a tema;

– terrazzi illuminati;

– negozi illuminati;

– letture di poesie o testi legati alla luce.

Tutte situazioni che saranno legate a specifici CONCORSI.

I concorsi saranno aperti, oltre che ai professionisti del settore e agli studi tecnici, anche alle scuole di ogni ordine e grado che potranno preparare qualsiasi progetto (piccolo o grande) legato alla Luce secondo le seguenti sezioni:

concorsi Novi Sensation

Maggiori info sui Concorsi si possono trovare sul sito ufficiale del Comune di Novi Ligure  e dal seguente link

Strasbourg-Cathedral_Acte_Lumiere_1_codega_Awards_2017-1200x630

Lo scorso 13 ottobre, nella splendida cornice di Villa Foscarini a Stra si è svolta la cerimonia di premiazione dei Codega Awards 2017, premio internazionale alle soluzioni e realizzazioni di eccellenza nell’illuminazione. Evento a cui APIL, come ogni anno,  partecipa in modo attivo concedendo il Patrocinio e con la presenza in giuria di selezione dei premi.

Il riconoscimento è promosso da Assodel (Federazione Distretti Elettronica – Italia) con il patrocinio di APIL (Associazione Professionisti della Illuminazione), AILD (Associazione Italiana Lighting Designer), A-PDI (Asociacion Disenadores de Illuminacion), l’Associazione Italiana del Colore e IDEA (International Distribution of Electronics Association).

 

Codega Award_2017_primo_premio (Copia)

La Giuria

I lavori inviati sono stati  selezionati da una Giuria composta da  esperti internazionali del mondo dell’illuminazione e dell’elettronica:

  • Silvio Baronchelli – Presidente Assodel
  • Paola Urbano – Lighting Designer, Co-fondatore e Consigliere di APIL
  • Stefano Catucci – Direttore Master Lighting Design Università La Sapienza di Roma
  • Paul James – Editor di mondo*arc
  • Francesco Iannone – Lighting designer
  • Massimo Malaguti – già Direttore Univeneto
  • Fabio Peron – Docente Università IUAV di Venezia
  • Thomas Roemhild – Professore Università di Wismar, Direttore corso Architectural Lighting Design
  • Maurizio Rossi – Direttore del Master di Lighting Design & LED Technology del Politecnico di Milano
  • Esther Torello – Editor di Lightecture

I vincitori

CATEGORIA LIGHTING DESIGN

Il primo premio della categoria Lighting Designer è stato assegnato al progetto di illuminazione della Cattedrale di Strasburgo,  a cura dello studio francese Acte Lumière, per “aver coniugato una impostazione classica con la perfetta applicazione  della tecnica della illuminazione in un risultato elegante e conservativo del principio architettonico”.

Al secondo posto, l’installazione IMX Spiral presso il Zeleno Park di Mosca, in Russia, curata dallo studio belga ACTLD. “Un progetto fortemente innovativo per l’uso di una tecnologia “media façade” interpretata in senso molto architettonico e creativo. In una perfetta integrazione tra spazi architettonici e nuove tecnologie di illuminazione”.

ACTLD_IMX-Spiral_2_Codega_Awards_2017-1200x801

In terza posizione, il progetto Human Centric Lighting della PCK Control Room, a cura dello studio tedesco LichtVision Design “per aver coniugato tecnologia e architettura in uno spazio che vuole seguire i dettami dell’orologio biologico umano. La dinamicità come innovazione negli spazi di lavoro è interpretata in modo creativo”.

Lichtvision_PCK_3_Codega_Award_2017-1200x789

Infine, la Giuria ha deciso di assegnare una menzione speciale allo studio di lighting design LKL – Licht Kunst Licht per tre progetti ritenuti particolarmente meritevoli: State Parliament of Baden-Wurttemberg, German Ivory Museum e Sayn Iron Works Foundry.

Sayn_Foundry_LKL_special_mention_Codega_Prize_2017-1200x801

Categoria Prodotto

Nella categoria Soluzioni a LED, la Giuria ha scelto di premiare l’innovazione tecnologica.

Ad aggiudicarsi il primo premio è stato infatti un prodotto particolarmente innovativo, Quantum by Artemide, di Marco Brianza e Amedeo Cavalchini, per “una configurazione di Industrial Design classica che ingloba nuove tecnologie”.

quantum_Artemide_1_Codega_Award_2017

Un riconoscimento speciale è stato poi assegnato alla soluzione Stogger Wireless Lighting, della start-up olandese Stogger, per il “nuovo e rivoluzionario concetto applicativo che apre la via a modi personalizzati di progettazione con i LED”.

Riprenditi la città

Martedì scorso è stata presentata Triennale la quarta edizione del concorso video internazionale “Riprenditi la città, Riprendi la luce”, rassegna di cortometraggi organizzata e promossa dall’associazione culturale no profit AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione) in collaborazione con la Fondazione Triennale e a cui noi di APIL, ancora una volta, abbiamo dato pieno supporto, a conferma del nostro obiettivo primario di divulgazione nella cultura della Luce.

 “ Il concorso Riprenditi la Città è uno splendida opportunità per confrontarsi con lavori presentati da giovani provenienti da diversi percorsi formativi.” Ha ricordato Marinella Patetta, membro di APIL, presente alla conferenza. “a conferma dell’obiettivo primario del Concorso e dell’Associazione di cui faccio parte,  di divulgazione della così detta cultura della luce, verso una maggiore consapevolezza dell’importanza del Progetto d’Illuminazione.”

Altri relatori presenti: Renato Galliano, direttore centrale Politiche del lavoro, Sviluppo economico e Università del Comune di Milano, Margherita Suss presidente di AIDI, Alessandro Calosci produttore cinematografico,  Gianni Forcolini docente del Politecnico di Milano, Diego Montrone, presidente Istituto professionale Galdus di Milano, Roberto Mutti critico d’arte.

Riprenditi la città Riprenditi la città

Il concorso chiede ai tanti giovani, sempre più appassionati di questi mezzi, di rappresentare la luce nella sua quotidianità di spazio/tempo attraverso il loro sguardo attento e la loro sensibilità.

Partendo proprio dai giovani, per stimolare in loro l’importanza che questo elemento riveste nella vita quotidiana e per conoscere e capire come, attraverso la luce, interagiscono con la città dove vivono, studiano o lavorano.

Anche quest’anno i protagonisti sono la luce, i giovani, le città e ancora il video è lo strumento attraverso il quale raccontare la luce. Un breve filmato di 60 secondi realizzato con qualsiasi strumento (telefonini, video camere, iPhone, iPad).

La partecipazione al concorso video è gratuita e avviene inviando i video al sito dedicato al concorso www.riprenditilacitta.it fino alla scadenza prevista per il 21 aprile 2017. Sul sito del concorso tutte le info e regolamento del Concorso Riprenditi la Città edizione 2017

Gli sponsor

L’iniziativa è organizzata grazie al contributo economico di aziende leader che operano nel campo dell’illuminazione, Cariboni Group, Enel Sole, Gewiss, Performance in Lighting come “Sponsor Gold,” Clay Paky e Neri come “Award Supporter”, IGuzzini, Iren e Osram come “Sponsor Silver” , DGA e WeltElectronica come sponsor tecnici.

I patrocini

Per il valore del messaggio e delle tematiche coinvolte il concorso, anche in questa nuova edizione, avrà il patrocinio e l’appoggio di importanti istituzioni e università, come ENEA, CNAPPC (Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori), Assil (Associazione dei produttori di illuminazione), Apil (Associazione dei professionisti dell’Illuminazione), Regione Lombardia, Regione Toscana, Comune di Milano, Comune di Firenze,  Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Accademia delle Belle arti di Brera, Università di Firenze, Confindustria e Confcommercio di Firenze, Ordine degli ingeneri e quello degli architetti di Firenze. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Toscana Film Commission, Istituto professionale Galdus, Istituto italiano di fotografia, ADA (Associazione donne architetto) e Showlight, l’associazione internazionale dei lighting designer dello spettacolo.

I media partner

Media partner dell’iniziativa sono Radio Subasio, la rivista LUCELuxemozione, blog dedicato all’illuminazione.

La giuria del Concorso

I filmati saranno valutati da una giuria formata da esponenti del mondo della luce e della cultura e saranno premiati il 21 maggio 2016 a Firenze con una cerimonia di premiazione che si svolgerà nella bellissima cornice di Palazzo Vecchio.

Ricordiamo i giurati di questa IV edizione: un panel di eccezione che rappresenta le diverse tematiche del concorso: Margherita Suss, Presidente di AIDI, Alessandro Calosci, produttore cinematografico, Marco Filibeck, lighting designer del Teatro alla Scala, Marinella Patetta, lighting designer, Alessandra Reggiani, lighting designer, Nicoletta Gozo, responsabile per ENEA del Progetto Lumière, Claudio Bini, consigliere AIDI, Domenico Nicolamarino, docente all’Accademia delle Belle arti di Brera, Carla Balocco, docente all’Università di Firenze, Diego Montrone, presidente della Scuola Professionale Galdus, Gisella Gellini, docente di light art al Politecnico di Milano, Marco Frascarolo, progettista di illuminotecnica e docente all’Università di Roma 3 e Roberto Mutti critico d’arte.

Che aspettate a partecipare?

riprenditi-la-citta-2017

Anche quest’anno, noi di APIL, abbiamo deciso di dare massimo supporto al video contest, organizzato da AIDI, Riprenditi la Città Riprendi la Luce.

L’iniziativa ha l’obiettivo, come nelle scorse edizioni, di divulgare e promuovere la “cultura della luce” attraverso lo sguardo attento e sensibile dei giovani, facendo emergere l’importanza che l’elemento luce riveste nella loro vita quotidiana.

Le novità della IV edizione sono molteplici: non vi saranno più le categorie tematiche ma bensì tre fasce di età ed un unico tema: LUCE E LUOGHI.

La partecipazione è aperta ai giovani under 30, giovani lighting designer under 35 e anche agli under 18, proprio per coinvolgere direttamente le scuole secondarie, e più in particolare gli istituti professionali, dove la luce può diventare oggetto di studio e analisi.

Saranno infatti organizzati durante l’anno scolastico eventi collaterali al concorso, in modo da coinvolgere direttamente gli studenti con le aziende ed i professionisti della luce.

Questa novità rende molto interessante il confronto fra i lavori e il metodo di approccio per le differenti categorie di giovani.

I giovani lighting designer, come sempre, sono chiamati  a partecipare al concorso, che vuole essere un’importante opportunità per far conoscere il loro lavoro e permette un importante confronto con altri interessanti progetti.

Il video, della durata di 60 secondi, potrà essere realizzato con qualsiasi strumento di riprese (dispositivo portatile, tablet, smartphone, videocamera, macchina fotografica digitale..) e sarà suddiviso secondo le categorie anagrafiche:

  • Luce e Giovani Under 18: categoria dove i giovanissimi hanno la possibilità di raccontare la personale percezione della luce negli ambienti che vivono ogni giorno. Il concorso può anche essere presentato sotto forma di progetto didattico.
  • Luce e Giovani Under 30: Categoria dove i giovani raccontano, con brevi sceneggiature, la percezione personale della luce nella propria città, evidenziandone il valore di riqualificazione dello spazio urbano in cui vivono.
  • Luce e Giovani Lighting Designer Under 35: Categoria dove i giovani lighting designer raccontano come cambierebbero la luce del luogo scelto o il design dell’oggetto luminoso presente in quello stesso luogo, simulando con il video l’elaborazione del progetto e del risultato che si vuole ottenere.

La partecipazione è gratuita, si può presentare un lavoro individuale o di gruppo, composto al massimo di tre persone.

I premi verranno assegnati durante la cerimonia , che si terrà a Palazzo Vecchio a Firenza, ai corti che sapranno meglio comunicare le potenzialità estetiche, emozionali, scenografiche e tecniche dell’illuminazione notturna dei luoghi e delle città.

Il concorso è patrocinato da importanti enti e istituzioni come il Ministero per lo sviluppo economico, il Miur, l’Enea, la Regione Lombardia, la Regione Toscana, Assil, Apil, il Comune di Milano e quello di Firenze, il Politecnico di Milano e quello di Torino,l’Accademia delle Belle arti di Milano, l’Università di Firenze, Confindustria Firenze e della Camera di Commercio di Firenze.

L’evento è realizzato in collaborazione con la Cineteca di Milano, con la Toscana Film Commission.

Maggiori info sul sito dell’evento www.riprenditilacitta.it

Davvero intesessante non è vero? Partecipate numerosi mi raccomando!