L’iniziativa di Apil Ri-pensa, Ri-cicla, Ri-lighting riscuote sempre più successo presso enti ed organizzazioni di vario genere, vi racconteremo presto cosa bolle in pentola.

Ri-pensa, Ri-cicla, Ri-lighting è un evento organizzato da APIL con fini socialmente utili, volta a  realtà emarginate dove la committenza difficilmente potrebbe pagare la consulenza di un lighting designer, in cui però, la straordinaria atmosfera che la luce può creare, apporterebbe al luogo un enorme beneficio umano.

Il primo intervento, è organizzato presso  l’ ex circolo di Meina (NO), donato dal Comune alla AGBD, Associazione Genitori. Bambini Down.

Ripensa e Ricicla

Cosa è successo in questi mesi

Ora vogliamo raccontarvi del gruppo di lavoro composto da 7 lighting designers + 1 giovane architetto, futuro lighting designer, sono al lavoro da mesi.

Rilievi, coordinamento con l’associazione AGBD, la D.L., l’impresa edile, l’elettricista e le aziende produttrici di apparecchi illuminanti che numerose si sono da subito rese disponibili a donare il materiale da noi richiesto.

Ripensa e Ricicla 07

Un brindisi di inizio lavori e poi…

Ripensa e Ricicla 04

…inizia la progettazione con un primo debriefing di progetto

Ripensa e Ricicla

Lo spazio d’intervento…

Davvero interessante realizzare questo progetto che  darà ai ragazzi un futuro lavorativo unico. Finalmente un sogno sta diventando realtà.

In una fredda serata di maggio ecco la prima prova luce!

Ripensa e Ricicla Ripensa e Ricicla 09 Ripensa e Ricicla 10

Calibrato il primo concept del progetto illuminotecnico siamo all’esecutivo e in cantiere sono arrivate le prime lampade donate da Arcluce per l’interno del ristorante-bar.

Sono anche arrivati i pannelli per il soffitto che aiuteranno noi lighting designer a distribuire i punti luce nell’ambiente, l’elettricista a stendere le linee elettriche in maniera discreta dall’unico punto luce centrale disponibile nella sala e allo scultore Tino Bettini di appendere le sculture realizzate citando Escher dai ragazzi disabili

Ripensa e Ricicla Ripensa e Ricicla Ripensa e Ricicla

Seguiteci fino al giorno dell’apertura del locale, il cantiere è in pieno fermento!

Il bello della progettazione arriva ora alla posa in opera.

CLD cerfied lighting designer

Gentili soci, cari amici, abbiamo il piacere di segnalarvi una bella notizia!

APIL entra nel circolo delle associazioni approvate dalla Commissione che regola la Certificazione del Lighting designer – CLD Certified Lighting Designer.

Nel mese di ottobre 2015 avevamo organizzato un’evento dedicato al CLD, durante il quale i membri della Commissione hanno presentato e spiegato i criteri e motivazioni della Certificazione Internazionale.

Nello specifico, Il programma di certificazione è stato elaborato e testato negli ultimi 6 anni dai membri della ‪‎IALD International Asosociation of Lighting Designers e poi, in seguito, da una commissione indipendente, i cui membri fanno parte di diverse associazioni internazionali. Infatti molte associazioni ed istituzioni internazionali sono già partner del CLD, proprio per garantire una formazione e un riconoscimento concreto per la professione del lighting designer.

Apil aveva in effetti fatto richiesta per entrare nella rosa delle associazioni approvate da CLD poichè tutti i requisiti di ingresso in Apil corrispondono a quelli che CLD considera come validi.

Da questo momento gli iscritti APIL, non solo potranno godere di facilitazioni nella domanda di ammissione alla certificazione, ma insieme ad altre associazioni di lighting designers indipendenti accreditate, entra a far parte del circuito internazionale CLD.

Un’opportunità unica per il futuro dei lighting designer e per il futuro della professione!

apparition_lines2 credits Klaus Obermaier

( Rif foto nella header: apparition_lines2 credits Klaus Obermaier)

Presentato nei giorni scorsi il programma definitivo della PLD-C 2015 che avrà luogo a Roma dal 28 al 31 ottobre 2015. I 70 relatori, provenienti da 25 paesi diversi, sono stati scelti tra oltre 260 partecipanti alle selezioni e come nelle edizioni precedenti vi saranno quattro temi differenti: lighting application case studies; lighting applications researchprofessional practice e, come nelle precedenti edizioni , il quarto tema sarà cruciale per lo sviluppo di nuove possibilità di sviluppo progettuali. A Roma il tema sarà luce e cultura e verranno illustrate alcune delle più recenti realizzazioni e tendenze di sviluppo in applicazioni museali per comprendere come differenti culture percepiscono la luce e come questo aspetto influenzi il lighting design; l’impatto delle nuove tecnologie sulla cultura della luce e come la loro applicazione stia modificando le strategie di progettazione. La convention sarà introdotta dall’artista austriaco Klaus Obermaier, le cui nstallazioni interattive offrono grande ispirazione per i lighting designer, architetti e scenografi.

Molte altre iniziative Vi aspettano durante la PLD-C di Roma. Consultate il sito www.pld-c.com e ricordatevi di affrettarvi a registrarvi per scoprire i numerosi vantaggi per i primi iscritti.

150226_Press release programme released

 

APIL è prossima alla chiusura estiva ma il nuovo Consiglio, in carica dal 30 giugno, è molto attivo pieno di idee e buoni propositi per l’autunno. Vi raccontiamo in breve quanto discusso nella prima riunione di consiglio tenutasi il 14 luglio presso lo studio del Presidente, Susanna Antico.

APIL02 APIL01

 

Qua di seguito i punti salienti del programma:

  • L’anno prossimo è un anno particolarmente ricco di eventi, Expo, IYL- International Year of Light, Euroluce ed APIL è in cerca di una grande idea per un evento importate di luce da poter realizzare nel 2015. A tutti i soci: AA cercasi buone idee e buoni contatti per poterla realizzare.
  • Apil continua anche quest’anno, dare patrocinio a molti corsi di luce: Politecnico – Master in lighting, Focus Meeting di Arketipo, IED – corso progettare la luce, e molti altri.
  • Si sta valutando la possibilità di fare un incontro, presso la sede di Apil, aperto agli studenti del Master in lighting del Politecnico, un chiacchierata tra i lighting designers Italiani, alcune aziende di luce e gli studenti. In questa occasione verrà presentata l’associazione e spiegato perché oggi per un lighting designer è importante associarsi.
  • Apil avrà una nuova immagine tra i social, il blog e il sito, a cui si sono aggiunti da pochissimo la pagina APIL su Linkedin e il profilo  @APIL_light su Twitter, che vi invitiamo a seguire! Vogliamo che il Mondo veda e ascolti i lighting designers, ecco perché un gruppo di persone all’interno di Apil sta lavorando sodo per dare maggior visibilità ai soci e alle attività che si svolgono intorno all’associazione. Vogliamo che “Apil brilli come la luce e non si possa fare a meno di vederla”.
  • Continua il lungo percorso iniziato dal precedente Consiglio sulla legge 4/2013 e i crediti formativi, sempre più puntiamo ad avere in Apil lighting designers altamente specializzati, garantendo all’utente finale un prodotto di grande professionalità. Stiamo lavorando per una associazione che definisca, rappresenti, difenda i professionisti che vendo progetti di luce.
  • Vogliamo conoscere meglio i soci e la loro attività ecco perché avete ricevuto un modulo da compilare entro il 30 settembre, vi rimando per maggioni info all’articolo su APILblog. Il Consiglio vuole coinvolgere i soci in tutte le attività dando la possibilità ad ognuno di presentare la propria esperienza professionale. Il nuovo motto di Apil è” solidale, che raccoglie concorrenti leali e uniti”.

Ai punti sopraelencati va aggiunto un passaggio che ll consiglio ritiene fondamentale: l’aggiornamento dello statuto, le categorie e le  procedure di ammissione dei soci. Apil non si ferma mai, vuole correre veloce, allineata alle richieste di mercato.

Tante cose che bollono in pentola dunque, ci si aggiorna a settembre, non mancate mi raccomando!