Se sei un’impresa lombarda manifatturiera che fa del design la sua eccellenza,  Regione Lombardia mette a disposizione 10.000 euro e la collaborazione con un giovane designer per sviluppare un prototipo in una delle seguenti aree:

  • arredo urbano per distretti commerciali;
  • arredo locali commerciali, pubblici servizi e strutture turistiche;
  • packaging food&beverage;
  • illuminazione e segnaletica spazi pubblici.

Inoltre, a tutte le imprese e i relativi designer sarà garantita la partecipazione all’ “Evento Fuori Salone” nel 2013 dove verranno esposti i prototipi che verranno anche promossi tramite il catalogo realizzato ad hoc e veicolato tramite il media partner Interni.
Quindi un’ottima occasione per i giovani emergenti di affacciarsi nel mondo del lavoro e nuova linfa vitale per le aziende design-oriented.

info www.cestec.it

Ha avuto luogo ad Olgiate Comasco in tre serate 30 giugno, 7 e 14 luglio 2012, la terza edizione del SAS – Summer Art Show. Rafforzando il concetto di un festival capace di unire in un unico progetto arte, artigianato, design, food, spettacoli, convegni e laboratori il SAS ha rappresentato l’idea “glocal”, nell’articolata e variegata presentazione di prodotti locali e artigianali a spettacoli e arte dal respiro internazionale per il primo progetto di spettacooltura. In particolare segnaliamo la sezione LIGHT del SAS dove due interventi di Light Art sono stati curati dal socio APIL  Mario Frau, architetto titolare di FRAU 1808, insieme con Romano Baratta, light artist e lighting designer, coordinatore del blog Lighting Now!. Nell’installazione Medieval Sensation Colours le campiture di luce colorata avvolgono l’intero complesso evidenziando i diversi spazi fatti di pieni e di vuoti. L’accostamento cromatico, in linea con le decorazioni medievali, rende l’ambiente simile ad un ambito fiabesco. Un intervento per congiungere idealmente antichità e contemporaneità, manifestando quest’unione nella sua essenza più profonda. Nell’installazione Sinergia dei Sensi, realizzata nel parco di villa Camilla, ad Olgiate Comasco, in uno spazio apparentemente immutabile, il duo Frau-Baratta ha realizato una provocazione che vuole sperimentare ma anche suscitare stupore e richiamare curiosità. In una villa “nuova”, avvolta da una luce rossa, con un’azione che vuole attivare i sensi dell’osservatore, rispetto alla sua memoria: la struttura plastica originaria, i due light artists, propongono un impianto temporaneo e quindi un gesto artistico che sarà una nuova presenza visiva nella Città o comunque nelle menti di chi vedrà la Villa… Un’esperienza dei sensi che è un incoraggiamento ad una “nuova” luce.

maggiori info su www.sasfestival.com

 

  In occasione della 10 ° edizione del Rencards de ACEtylene, l’ACE (Associazione francese dei lighting designer ) ha lanciato la prima edizione del Premio ACEtylene che quest’anno ha come oggetto  l’illuminazione del paesaggio urbano. Scopo di questo concorso è  premiare i progettisti indipendenti che abbiano sviluppato e realizzato interventi a carattere permanente ed abbiano generato una rilettura dell’ambiente attraverso l’illuminazione. La scadenza del concorso è fissata per il 31 agosto 2012 .

per saperne di più vedi il regolamento

Cosa è accaduto alla  legge 27 dicembre 2006 che al comma 354 recitava:

354. Ai soggetti esercenti attivita’ d’impresa rientrante nel settore del commercio che effettuano interventi di efficienza energetica per l’illuminazione nei due periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2006, spetta una ulteriore deduzione dal reddito d’impresa pari al 36 per cento dei costi sostenuti nei seguenti casi:
a) sostituzione, negli ambienti interni, di apparecchi illuminanti con altri ad alta efficienza energetica, maggiore o uguale al 60 per cento;
b) sostituzione, negli ambienti interni, di lampade ad incandescenza con lampade fluorescenti di classe A purche’ alloggiate in apparecchi illuminanti ad alto rendimento ottico, maggiore o uguale al 60 per cento;
c) sostituzione, negli ambienti esterni, di apparecchi illuminanti dotati di lampade a vapori di mercurio con apparecchi illuminanti ad alto rendimento ottico, maggiore o uguale all’80 per cento, dotati di lampade a vapori di sodio ad alta o bassa pressione o di lampade a ioduri metallici;
d) azione o integrazione, in ambienti interni o esterni, di regolatori del flusso luminoso.

Qulcuno ha informazioni più fresche nel merito?

M