Il 1 Aprile 2014 si è tenuto il meeting tra tutte le associazioni, istituzioni e gruppi che hanno sottoscritto gli obiettivi della petizione #LightUp2015. APIL è stata rappresentata dal consigliere Susanna Antico.

Alcuni dei partecipanti al meeting di Francoforte

Alcuni dei partecipanti al meeting di Francoforte

Organizzato dal network ItalianLightingDesigners (alcuni membri anche di APIL), l’incontro è stato un successo sia in termini di partecipazione che di coinvolgimento nei temi trattati. Oltre ai successi di IALD, nuovo partner di IYL2015, si è discusso di una lettera da inviare ad UNESCO e delle attività che potremo portare avanti nel 2015 cooperando internazionalmente o su base nazionale.  Read more

La lettera è stata inviata oggi (5 maggio 2014 n.d.r.), comunica i risultati del meeting, specifica il ruolo di ogni figura professionale e le aree nelle quali i lighting designer, gli insegnanti, i recercatori e i giornalisti specializzati sono coinvolti. Nella lettera è stato incluso l’elenco di tutti i gruppi, associazioni, Università e media che hanno partecpipato al meetin; è stato anche chiarito che altre organizzazioni potranno aderire nei prossimi mesi. Infine con questa lettera si chiede ufficialmente di sapere come sono composti i diversi Comitati Nazionali di IYL2015 per collaborare proficuamente.

Speriamo infatti di poter far ammettere un membro di ogni organizzazione rappresentata al meeting nei comitati nazionali del IYL, affinché il 2015 sia anche l’anno dei lighting designers. Sì, il “Lighting design nell’ambiente costruito” è stato inserito tra i pilastri del prossimo Anno Internazionale grazie a IALD, ma  non possiamo contare solo sui grandi sostenitori internazionali per sensibilizzare l’opinione pubblica: affinché la nostra professione ottenga una maggiore diffusione, se davvero vogliamo cogliere la grande opportunità che ci sarà data fino alla fine del prossimo anno, è necessario impegnarsi tutti in prima persona da subito.

Mentre aspettiamo la risposta del Comitato Esecutivo possiamo cominciare a pianificare le attività che ci consentiranno di celebrare il 2015 in Italia?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.