Illuminazione scenografica della Filanda Motta

La seconda edizione 2019 del convegno “Progettare il Progettista” organizzata da APIL (Associazione Professionisti dell’Illuminazione) si è svolta il 25 settembre 2019 presso la bellissima Filanda Motta a Campocroce di Mogliano Veneto (TV).

il PiP è una conferenza  itinerante che APIL organizza da diversi anni, un momento di confronto durante il quale vengono trattati temi importanti riferiti al settore illuminotecnico. Quest’anno il tema di dibattito è intitolato alla progettazione della luce secondo gli standard LEED e WELL.

La Filanda Motta

Splendida la cornice di questa seconda edizione 2019, che merita una breve descrizione. La Filanda Motta è un esempio di archeologia industriale tardo ottocentesca, la sua particolarissima sagoma si scorge a fianco della graziosa chiesa del paese, perfettamente conservata come si trovasse tuttora in piena attività, con la lunga facciata porticata dello stabilimento bacologico e i due edifici che incorniciano i lati del giardino. Poco discosti sul retro si ergono gli edifici un tempo adibiti a filanda e l’armoniosa struttura della “gallettiera” sovrastate dalla slanciata ciminiera.

La costruzione dell’opificio ebbe inizio nel 1876 per volontà del Cav. Pietro Motta, allora ufficiale del Regio Esercito, che abbandonò la carriera militare per l’imprenditoria agro-industriale.

Nel 1989, dopo aver rilevato la proprietà, con lungimirante intuito imprenditoriale, ma soprattutto con ammirevole gesto di affetto verso i vecchi mattoni, Mario Franco diede inizio insieme alla sua famiglia ad un coraggioso programma di recupero.

Cosa è successo durante la conferenza

Il convegno si è svolto nella sala ricevimento/convegni, ove un tempo si effettuava la lavorazione del baco da seta, mentre il buffet si è svolto nella sala dei “Carri”.

L’intervento ha toccato molteplici argomenti, affrontando il tema dell’importanza del lighting designer all’interno del progetto edilizio, soprattutto se il building richiede la certificazione LEDD e WELL. L’evento è stato incluso nelle attività della World Green Building Week, la campagna annuale che promuove e sensibilizza per la realizzazione di edifici più sostenibili.

I relatori dell PiP in Filanda

Hanno partecipato al convegno il presidente di APIL, arch. Susanna Antico, l’esperto dei protocolli LEED e WELL Giorgio Butturini, che ha descritto le caratteristiche dei vari protocolli e l’arch. Paolo Mantero e Jacopo Acciaro per la parte di case study. Ha coordinato l’incontro il lighting designer Ivano Bressan.

Gli oratori intervenuti hanno presentato le tematiche non solo dal un punto di vista teorico, ma anche illustrando dei casi-studio pratici, dove si avvalorava l’importanza della cura in fase progettuale del lighting e delle diverse figure di professionisti che devono partecipare allo sviluppo del progetto integrato.

Questo poiché si rende necessario ottimizzare il comfort degli utilizzatori, integrare l’impianto illuminotecnico nel contesto della composizione architettonica ed insieme utilizzare le ultime tecnologie per ottenere il migliore risultato in termini di sostenibilità e di risparmio energetico. Talvolta, come da esempi riportati, sono gli stessi progettisti a spingere le aziende nell’innovazione, per creare prodotti sempre più performanti.

La chiave per un progetto di successo sta nella progettazione integrata e nella cooperazione delle diverse figure professionali coinvolte, già alle fasi iniziali del progetto.

L’illuminazione scenografica della Filanda

A chiusura del convegno, che riservava 4 crediti formativi per l’ordine CNAPPC, si è svolto una fantastica lighting experience in esterno con l’illuminazione delle facciate, della ciminiera e del giardino della Filanda Motta. L’attomosfera autunnale, la passeggiata nel giardino, la magia delle luci e il tocco di colore dei proiettori RGBW hanno chiuso il secondo convegno APIL 2019 in maniera fantastica.

Si ringraziano i partner : Intra lighting per l’allestimento dell’illuminazione interna delle sale, Platek per l’allestimento dell’illuminazione esterna, Vivaldi Group per il supporto audio e video e GAIAPROGETTI, che risiede presso la Filanda Motta, per il supporto tecnico durante le fasi del convegno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.