Articoli

Dal 20 al 22 Settembre si svolgerà presso Bregenz in Austria, il sesto incontro internazionale Lps Event Solid-State Lighting. L’evento di tecnologia sull’illuminazione annuale LpS è il più importante momento di incontro e confronto fra diverse figure professionali e tecniche, dalle aziende ai ricercatori del mondo dell’illuminazione. Si parlerà e si approfondiranno temi riguardo le nuove tendenze e le nuove tecnologie dell’illuminazione del futuro, nel campo delle applicazioni generali, automotive e speciali.

L’evento porrà un particolare accento alle “Smart Technologies” applicate agli apparecchi di illuminazione e alle ultime tendenze di queste nuove tecnologie nelle differenti applicazioni.

Le applicazioni che verranno portate come esempio di confronto e dibattito verteranno sui temi di “Human Centric Lighting”, illuminazione interna ed esterna, illuminazione per l’automotive.

I tre giorni di conferenze, workshop e networking creeranno una piattaforma ideale per un confronto approfondito riguardo i semiconduttori e le principali applicazioni progettuali di illuminazione.

Vista dalla sala grande

Giunto ormai alla sesta edizione, dal 20 al 22 settembre 2016 l’International LED professional Symposium+Expo presenterà un programma di tutto rispetto con più di 100 conferenze, 4 workshops, 3 forum and 3 keynotes lectures di altissimo livello, tra cui quella del Premio Nobel Shuji Nakamura.

Gli spazi dedicati agli espositori

Le tre giornate del Symposium sono state divise in “Strategy Day”, “Technology and Design Day” per finire con il “Solution Day”. L’Expo raccoglierà 100 espositori che presenteranno le ultime innovazioni e lo stato dell’arte dell’illuminazione LED e OLED. Sono previsti più di 1500 partecipanti da almeno 50 paesi del mondo.

Il ruolo di APIL e il suo Design Forum

Apil parteciperà come associazione sostenitrice del LED Professional Symposium, presenziando alle conferenze con alcuni soci iscritti. Roberto Corradini, che ha organizzato la partecipazione di Apil, terrà una conferenza dal titolo  “Cultural Aspects in Lighting Design with LEDs – Case Study Guzhen Town China”. Inoltre la partecipazione di Apil si estenderà anche ai workshop organizzati in parallelo alle conferenze. Il presidente Susanna Antico, presenterà il workshop del 21 Settembre dal titolo “Design meets technology forum”, workshop che sarà poi articolato da due socie di Apil: Helena Gentili e Giulia Gobino, che si sono proposte per la partecipazione a questo importante evento internazionale del mondo dell’illuminazione per rappresentare l’associazione.

Un invito a partecipare e seguire il dibattito internazionale è rivolto a tutti i soci e appassionati del settore.

Tutte le immagini © 6° International LED professional Symposium +Expo

Certo Francoforte cresce sempre più, offre una visione globale sul futuro della tecnica, allarga i nostri orizzonti ma “Milàn, l’è on gran Milàn”.  Alzi la mano chi è rimasto deluso dai tanti allestimenti del salone e soprattutto del fuori salone. Sicuramente più glamour ma anche più divertenti. Tra l’originalità del muro di farfalle di Ingo Maurer e i nidi blu di Paola Navone per Barovier & Toso nel giardino segreto di Brera, i tulipani rossi di Viabizzuno e gli schermi cinematografici narranti di Vicente Garcia Jimenez a Superstudio per Foscarini o l’allestimento Neoreal di Ryuji Nakamura e Nobuhiro Shimura per Canon. Il tutto condito da feste, mega quella per i 50 anni di Flos,  ed occasioni per confrontarsi su design, luce e prospettive sull’architettura che verrà .  Una nota speciale la meritano due  allestimenti in contesti unici e univocamente milanesi : Venini con Tadao Ando e Fabio Novembre al museo Bagatti Valsecchi;  FontanaArte nella splendida casa degli Atellani aperta per ospitare la riedizione delle opere di Pietro Chiesa e Max Ingrand. Certo meno tecnologia di quella vista a Francoforte, ma a volte il puro divertissement non guasta.

LIGHT4 con il suo brand Façon de Venise, lancia il design Contest 2011-2012 dal titolo “la luce e l’illusione”.

Una costante nel lessico stilistico di Façon de Venise è rappresentata dalla continua, e spesso irriverente, innovazione dei canoni del classico lampadario veneziano (da cui anche il nome del brand, letteralmente “fatto alla veneziana”): lo scambio tra contenuto e contenitore, tra corpo illuminante e oggetto illuminato, la trasfigurazione delle tradizionali forme e l’alterazione dei materiali, l’accumulazione modulare, l’iperbole …

Partendo da questo posizionamento ben definito nasce la volontà di favorire, attraverso il Ligh4 Design Contest, un’occasione di crescita che coinvolga nuove energie creative, affermando ancora una volta la vivacità e lo spirito del brand.

Il tema del concorso, rivolto in particolare ai giovani designer, è un invito ad indagare le potenzialità formali e contenutistiche che l’elemento “luce” offre nel campo dell’arredo contemporaneo.

Si propone ai partecipanti di progettare un corpo illuminante per interni senza alcun vincolo di utilizzo materiale o dimensione. Tra i principali parametri di valutazione, in linea con il tema proposto, vi sono i caratteri di originalità, innovazione, sperimentazione e funzionalità.

Possono essere formulate quesiti e richieste di chiarimento esclusivamente tramite posta elettronica all’indirizzo: contest@light4.it

Ulteriori informazioni all’indirizzo: www.facondevenise.com

Scarica il Flyer: Light4-Design-Contest_2011-2012_Bando1