Articoli

Certo Francoforte cresce sempre più, offre una visione globale sul futuro della tecnica, allarga i nostri orizzonti ma “Milàn, l’è on gran Milàn”.  Alzi la mano chi è rimasto deluso dai tanti allestimenti del salone e soprattutto del fuori salone. Sicuramente più glamour ma anche più divertenti. Tra l’originalità del muro di farfalle di Ingo Maurer e i nidi blu di Paola Navone per Barovier & Toso nel giardino segreto di Brera, i tulipani rossi di Viabizzuno e gli schermi cinematografici narranti di Vicente Garcia Jimenez a Superstudio per Foscarini o l’allestimento Neoreal di Ryuji Nakamura e Nobuhiro Shimura per Canon. Il tutto condito da feste, mega quella per i 50 anni di Flos,  ed occasioni per confrontarsi su design, luce e prospettive sull’architettura che verrà .  Una nota speciale la meritano due  allestimenti in contesti unici e univocamente milanesi : Venini con Tadao Ando e Fabio Novembre al museo Bagatti Valsecchi;  FontanaArte nella splendida casa degli Atellani aperta per ospitare la riedizione delle opere di Pietro Chiesa e Max Ingrand. Certo meno tecnologia di quella vista a Francoforte, ma a volte il puro divertissement non guasta.

LIGHT4 con il suo brand Façon de Venise, lancia il design Contest 2011-2012 dal titolo “la luce e l’illusione”.

Una costante nel lessico stilistico di Façon de Venise è rappresentata dalla continua, e spesso irriverente, innovazione dei canoni del classico lampadario veneziano (da cui anche il nome del brand, letteralmente “fatto alla veneziana”): lo scambio tra contenuto e contenitore, tra corpo illuminante e oggetto illuminato, la trasfigurazione delle tradizionali forme e l’alterazione dei materiali, l’accumulazione modulare, l’iperbole …

Partendo da questo posizionamento ben definito nasce la volontà di favorire, attraverso il Ligh4 Design Contest, un’occasione di crescita che coinvolga nuove energie creative, affermando ancora una volta la vivacità e lo spirito del brand.

Il tema del concorso, rivolto in particolare ai giovani designer, è un invito ad indagare le potenzialità formali e contenutistiche che l’elemento “luce” offre nel campo dell’arredo contemporaneo.

Si propone ai partecipanti di progettare un corpo illuminante per interni senza alcun vincolo di utilizzo materiale o dimensione. Tra i principali parametri di valutazione, in linea con il tema proposto, vi sono i caratteri di originalità, innovazione, sperimentazione e funzionalità.

Possono essere formulate quesiti e richieste di chiarimento esclusivamente tramite posta elettronica all’indirizzo: contest@light4.it

Ulteriori informazioni all’indirizzo: www.facondevenise.com

Scarica il Flyer: Light4-Design-Contest_2011-2012_Bando1