Articoli

APIL Light Talk 2015

Giovedì 10 dicembre si è svolto il primo APIL-Light Talk.,  presso la sede di APIL -Associazione dei Professionisti dell’Illuminazione, in via Foro Buonaparte 65 a Milano.

L’evento, come ricorda Susanna Antico presidente di APIL, è stato organizzato quale momento di incontro e confronto sul tema della luce e a celebrazione dei vincitori del concorso internazionale Urban Lightscape, tra i quali  due associate: Helena Gentili (prima classificata) e Chiara Carucci (terza classificata), ognuna presente all’interno del rispettivo gruppo di lavoro.

Si ricorda che Urban Lightscape, è un concorso internazionale volto alla riqualificazione del quartiere EUR di Roma attraverso la luce alla cui organizzazione APIL ha giocato un ruolo rilievo. Presentato lo scorso maggio presso l’Ara Pacis di Roma, nasce con l’obiettivo di creare sinergie tra professionisti: oltre alla presenza di un capogruppo iscritto all’ordine professionale, era obbligatoria la presenza di un Lighting Designer, professionista indipendente che si occupa di progettazione della luce.

APIL Light Talk 2015

Alcuni scambi tra i partecipanti. Ph. L.Rostellato

Ad APIL light talk erano presenti 70 persone tra cui Lighting Designer, Studenti del Master in Lighting Design del Politecnico di Milano ed altri Professionisti interessati, che hanno seguito con entusiasmo gli interventi dei gruppi vincitori.

APIL Light Talk 2015

APIL Light Talk 2015- i partecipatnti. Ph. G.Rossi

Come da programma, ha aperto la sessione di interventi il gruppo terzo classificato, composto da Kai Piippo, Chiara Carucci e Francesco Guastella, in diretta da Stoccolma ,dalla sede di ÅF Lighting.

APIL Light Talk 2015

APIL Light Talk 2015-i terzi classificati Ph. L.Rostellato

Seguito dal secondo classificato Paul Elhert direttore creativo dello studio austrico EPOS Design, che assieme ad un collega ha presentato nel dettaglio il progetto vincitore della medaglia d’argento.

APIL Light Talk 2015

APIL Light Talk 2015-i i secondi classificati .
Ph. G.Rossi

E per finire i vincitori della medaglia d’oro, il gruppo Genius Luci, composto da Helena Gentili, Daria Casciani e Carlo D’Alesio.

APIL Light Talk 2015

APIL Light Talk 2015

APIL Light Talk 2015 Il gruppo vincitore di Urban Lightscape Nella foto sotto Helena Gentili e Carlo D’Alesio. Ph.L.Rostellato

“Il gruppo Genius Luci”, ha esordito D’Alesio “ è composto da membri attivi nel settore del lighting design in modo indipendente, ovvero non parte di uno stesso studio, ed ognuno forte della propria specializzazione. Nonostante ci conoscessimo da anni, è stato attraverso questo concorso che abbiamo potuto lavorare insieme e combinare le nostre forze ed esperienze per rispondere ai difficili requisiti impostati dal bando. Sicuramente il nostro approccio multidisciplinare verso il progetto, ha avuto un grande impatto nella definizione dei parametri e principi del progetto ed è stato fondamentale, in particolare, nella fase di analisi.”

Se sei interessato all’intervista completa a Genius Luci rimando all’articolo su Luxemozione:

La serata si è conclusa con un brindisi di buon augurio e momento di scambio ed interazione tra i presenti, anticipato dall’invito di Susanna antico al prossimo evento APIL, Progettare il Progettista 2016, che avrà luogo a fine febbraio a Milano e che avrà come tema cardine proprio la progettazione della luce nella città.

Ci vediamo a febbraio dunque!

Primo posto Urban Lightsca

Gentili soci, cari amici, siamo davvero orgogliosi di segnalare che tra i vincitori del concorso internazionale Urban Lightscape sono presenti  due nostre associate: Helena Gentili (prima classificata) e Chiara Carucci (terza classificata), ognuna presente all’interno del rispettivo gruppo di lavoro. Una medaglia d’oro e un bronzo davvero unici!!

Urban Lightscape, è un concorso internazionale volto alla riqualificazione del quartiere EUR di Roma attraverso la luce. Presentato lo scorso maggio presso l’Ara Pacis di Roma, nasce con l’obiettivo di creare sinergie tra professionisti, nel caso specifico, oltre alla presenza di un capogruppo iscritto all’ordine professionale, era obbligatoria la presenza di un Lighting Designer, professionista indipendente che si occupa di progettazione della luce.

Più nel dettaglio, questa la classifica dei vincitori, presentata venerdì scorso durante la serata di chiusura di Urban Lightscape, presso l’Aula Magna della Facoltà di Architettura dell’univerità di Roma Tre.

Primo Premio

Vincitore del primo premio del concorso internazionale Urban Lighscape è il team composto da Helena Gentili architetto lighting designer , Daria Casciani lighting designer, Carlo D’Alesio lighting designer, partner dello studio D’Alesio&Santoro , con il progetto Genius Luci.

Secondo Premio

Il secondo premio della categoria professionisti va al team rappresentato dal lighting designer Paul Ehlert, con il progetto Create your own Landmark

Terzo Premio

Il terzo premio, infine, è stato assegnato al team svedese ÅF lighting, composto da Karolina Hahn, Francesco Guastella, Chiara Carucci e Konstanze Keil e rappresentato durante la serata di gala dal noto Lighting Designer Kai Piippo, leader del team ÅF lighting. Titolo del progetto: Innovation by Experience.

Per maggiori dettagli sulla serata e sugli altri premi assegnati nelle diverse categorie rimandiamo al report pubblicato su Luxemozione:

Ecco i vincitori del concorso internazionale Urban Lightscape

E’ opportuno ricordare che APIL Associazione dei Professionisti dell’Illuminazione ha giocato un ruolo chiave, assieme agli altri attori presenti, nell’organizzazione del concorso, sia in fase di definizione del bando che durante le operazioni di selezione dei candidati. Degna di nota è stata l’attività svolta da Susanna Antico, presidente APIL e Marinella Patetta, membro del Consiglio Direttivo dell’associazione.

In particolare questa la composizione della giuria che ha selezionato i vincitori nelle diverse categorie:

  • Susanna Antico  Presidente APIL Associazione dei Professionisti dell’Illuminazione
  • Stefano Catucci Direttore MLD «Sapienza»
  • Isabelle Corten Lighting Designer Concepteurs Lumiere sans frontieres
  • Marco Frascarolo Lighting Designer AIDI Lazio-Molise
  • Alessandro Marata  Presidente Dip. Ambiente e Sostenibilita’ CNAPPC
  • Roger Narboni  Lighting Designer Agence Concepto
  • Marinella Patetta  Lighting Designer APIL Associazione dei Professionisti dell’Illuminazione
  • Vieri Quilici  Universita’ Roma Tre
  • Joachim Ritter  Steering Committee Chair PLDC Professional Lighting Design Convention
  • Paola Rossi  Responsabile Area Concorsi OARM
  • Margherita Suss  Lighting Designer AIDI Associazione Italiana di Illuminazione
  • Luca Zevi  Presidente INARCH LAZIO

Urban-Lightscape

Qua sopra invece il “cartello lavori”, che riassume in modo chiaro tutti gli attori che hanno partecipato all’organizzazione di Urban Lightscape.

Bravi tutti, una sinergia di competenze davvero costruttiva, così come alla base del concorso era la costruzione di network di professionisti, necessaria ad essere vincenti nel mondo del lavoro di oggi e del prossimo futuro. Sicuramente da ripetere!

Urban Lightscape

Quando si parla di progettazione della luce APIL -Associazione dei Professionisti dell’Illuminazione è presente. Vi segnaliamo questo concorso dal titolo Urban Lightscape – Paesaggi della città contemporanea: la luce come elemento di connessione tra passato presente e futuro che sicuramente potrà essere di vostro interesse.

APIL, naturalmente ha deciso di collaborare non solo concedendo il Patrocinio, ma partecipando attivamente alla stesura del bando e alla promozione dell’evento.

Sarà presentato il prossimo mercoledì 27 maggio all’Auditorium del Museo dell’Ara Pacis di Roma il Concorso Internazionale di idee “Urban Lightscape – Paesaggi della città contemporanea: la luce come elemento di connessione tra passato presente e futuro”, promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori ed organizzato dall’AIDI – Associazione Italiana di Illuminazione, per l’elaborazione di un nuovo sistema di illuminazione all’Eur, quartiere a forte connotazione razionalista a sud di Roma.
La sfida per i progettisti è ideare il concept di un nuovo sistema di illuminazione che, esteso all’ambito pubblico, artistico e ambientale, renda intellegibile la città storica e crei connessioni tra la componente storica e quella moderna del quartiere, in una dimensione urbana contemporanea.
Viene chiesto ai progettisti di ideare progetti in una ottica di Smart City finalizzata alla valorizzazione del territorio, del patrimonio architettonico ereditato dall’E42 (l’Esposizione Universale programmata per il 1942 ma mai inaugurata a causa della guerra), delle attività culturali e di quelle commerciali.
La consegna degli elaborati è fissata per il 25 settembre; la premiazione per i migliori progetti prevista per il prossimo 30 ottobre con una cerimonia che si terrà, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Architettura di Roma Tre nel complesso dell’ex-Mattatoio di Testaccio.
Partecipano alla presentazione e al lancio del concorso internazionale – che si terrà dalle 18,00 alle 20,00 – Marco Frascarolo, lighting designer AIDI, che modererà gli interventi di: Susanna Antico, presidente APIL; Pierluigi Borghini, presidente di EUR SpA; Stefano Catucci, direttore del Master in Lighting Design Sapienza; Giovanni Caudo, assessore alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale; Alessandro Marata, presidente del Dipartimento Sostenibilità del Consiglio Nazionale degli Architetti; Vieri Quilici, architetto, esperto di progetto urbano; Alessandro Ridolfi, vicepresidente dell’Ordine degli Architetti di Roma e provincia; Andrea Santoro, presidente del IX Municipio Eur.
Collaborano a “Urban Lightscape” – che ha quali partner istituzionali l’Assessorato alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale, il IX municipio Eur ed EUR Spa – l’Area Concorsi dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Roma; AIDI – Associazione Italiana di Illuminazione; Convegno biennale PLDC (Professional Lighting Design Convention 2015); l’APIL – Associazione Professionisti dell’Illuminazione; il Dipartimento di Architettura dell’Università ROMA TRE; il Master in Lighting Design – MLD – Sapienza.